Tag

,

Credo di aver un buon rapporto con la lettura, cioè, leggere mi piace anche se forse  non mi appassiona.  In questo caso quando parlo di lettura parlo di libri perchè molto raramente leggo blog, giornali o riviste. Il periodo “Cosmopolitan” l’ho già passato, per fortuna. Certamente da quando studio italiano leggo parecchie composizioni degli altri allievi della mia insegnante sul suo blog, ma quello che leggo di più sono libri. Devo dire che mi sento sempre in colpa visto che vorrei leggere di più, questo lo dico perchè purtroppo non ci riesco molto. Io mi porto quasi sempre dietro un libro, se devo viaggiare, se vado dal medico e so che probabilmente dovrò attendere, ne ho sempre uno sul comodino , ecc. Insomma, io provo a leggere nei momenti vuoti  della giornata. Il problema è che siccome ho le giornate piene di lavoro e faccio moltissima attività fisica, sono spesso, per non dire sempre,  distrutta, e appena mi fermo mi viene voglia di addormentarmi. Questo per me è incontrollabile. Purtroppo o per fortuna,    riesco ad addormentarmi in qualsiasi posto e a qualsiasi ora, il che  rende completamente vani  i miei sforzi  per leggere di più. Quante volte non mi è capitato di viaggiare in treno, aprire il mio libro, leggere mezza pagina e crollare, oppure di addormentarmi  quando vado v a  letto o quando mi riposo sul divano!

Però sì che ci sono due situazioni in cui riesco a leggere, e meno male, perchè altrimenti mi sarei persa un sacco di bellissime avventure! La prima è quando faccio stretching ogni mattina come riscaldamento per la lezione giornaliera di danza. Di certo non è un momento dove posso addormentarmi perchè sono comunque al lavoro, e poi è un ottimo momento per leggere perchè trasportandomi dentro la storia del libro, dimentico il dolore causato dallo stretching. Poi, la seconda situazione in cui riesco a leggere è durante le vacanze, sopratutto se vado in spiaggia. Non lavorando, non sono stanca e quindi sicuramente non mi viene voglia di dormire, e poi io devo sempre fare qualcosa,  non ci trovo una ragione a rimanere sdraiata sull’asciugamano in spiaggia a friggermi sotto il sole. Ma tutto cambia se ho un libro interessante. Allora sì che ci trovo il gusto! D’altra parte, sia che vada in vacanza con amici che con parenti o fidanzati, so di aver bisogno di riposo totale e quindi la lettura mi serve come perfetta scusa. Mi dicono “Iguacel, vieni a giocare a pallone, vieni in acqua, accompagnami a prendermi il gelato”. E la mia risposta è sempre la stessa: “sto leggendo, fammi finire almeno questo  capitolo!”

Quanto al genere che  preferisco, sarei indecisa tra il teatro e le biografie. Sono i due generi che ho letto di più in assoluto, ma di solito scelgo il libro a seconda del tema che tratta in base a  come mi sento nel momento in cui lo prendo. Dunque non ho grandi preferenze. Quello che però non mi vedrete mai leggere sono questi libri seriali “best seller”, da “Harry Potter” a “50 Sfumature”. Questi li  evito, non mi piace andare dove vanno tutti. E quindi quest’estate mi avventuro con I Promessi Sposi, devo farcela!

Annunci