Tag

,

Il primo italiano che ho conosciuto è stato il prete della mia chiesa. Ero una piccola bambina di 5-6 anni, e penso che era la prima volta che entravo là. La chiesa era nuova e non mi ricordo perché eravamo lá ma mi ricordo  di essere stata confusa parchè ho sentito il prete parlare e non capivo quello che diceva.  Dopo mia mamma mi ha spiegato che il prete era italiano e che non capivo perché la messa era in italiano. La chiesa era la chiesa degli italiani dove facevano almeno una messa ogni giorno in italiano e le altre in spagnolo. Anche se non eravamo una famiglia molto religiosa, qualche volta andavamo in chiesa e parlavamo con il prete. Era un uomo molto amichevole, lui parlava anche spagnolo ed era sempre aperto a rispondere ai dubbi che qualcuno poteva avere sia sulla religione sia  su qualcosa che aveva a che vedere con la chiesa. Anche se non ricordo il suo nome, perché lui è andato via molti anni fa, sì mi ricordo che lui è stato il prete che mi ha battezzato. Io sono stata battezzata a 6 anni perché i miei genitori volevamo battezzare mio fratello maggiore e me lo stesso giorno ma i nostri padrini non riuscivano ad essere liberi nella stessa data. Comunque, non è questo il racconto ma una piccola spiegazione del perché sono stata battezzata a 6 anni. Il prete era molto serio e riflessivo quando era a messa ma fuori era divertente e gli piaceva scherzare. Era di buon umore e di mente aperta, anche se era allegro non era lo stereotipo dell’italiano che avevo visto alla TV e fino a oggi non ne ho mai conosciuto uno così. Non mi ricordo quando ha lasciato la mia chiesa ma so che è andato in un’altra chiesa in un altro paese.

Annunci