Tag

,

 

Negli ultimi anni le abitudini alimentari degli italiani stanno cambiando, diventando sempre più salutari e sostenibili. Questa tendenza green è la stessa che si può constatare in tutti i Paesi sviluppati occidentali.

Un recente sondaggio fatto dall’Istat mette in luce come queste nuove abitudini alimentari condizionano la maniera in cui gli italiani fanno la spesa.

Secondo questo sondaggio, sui prodotti freschi, più della metà degli italiani (il 51%) sceglie i negozi dove fare la spesa in funzione di poter disporre di una buona offerta di prodotti biologici, naturali, salutari e senza calorie, glutine, etc. Per quanto riguarda i prodotti confezionati, il 40% degli italiani cerca prodotti con quelle caratteristiche.

Il mangiare sano  richiede più tempo eppure gli italiani sembra che ce l’abbiano. Secondo il sondaggio, il 55% degli italiani leggono attentamente le etichette nutrizionali dei prodotti prima di acquistarli; anche negli altri grandi Paesi europei (UK, Francia, Spagna, Germania) la percentuale è alta, ma in nessun caso raggiunge il 50%. E per di più 6 italiani su 10 dichiarano di fare la spesa con piacere, una percentuale anche in questo caso maggiore di quella degli altri grandi Paesi europei.

Tuttavia, mangiare sano non significa necessariamente spendere più soldi da quando il prezzo (33%) e gli sconti e le promozioni (27%) sono gli attributi che influenzano di più la decisione di acquisto per gli alimenti confezionati.

Insomma, il cambiamento nelle abitudini alimentari è una realtà ormai consolidato, e non sembra che questo trend possa tornare indietro, quindi saranno le aziende che dovranno adattarsi ai nuovi comportamenti dei consumatori.

 

Annunci